Trentino: la meta ideale per pescare in Italia. Il Trentino, nel mondo della pesca, è spesso associato alle paradisiache acque da salmonidi, torrenti e laghetti alpini, scenari mozzafiato e, ovviamente, trote trote, trote… ed è verissimo, ma il Trentino offre anche altro!

Trote in torrenti e fiumi, acque grandi e piccole fanno del Trentino la meta ideale per pescare

Trentino: la meta ideale per pescare in Italia. In Trentino abbiamo trote di varie specie: la più comune è certamente la trota fario, che popola quasi tutte le acque da salmonidi della provincia. Dal fiume Adige, ai grandi torrenti di fondovalle, agli affluenti laterali, passando per quelli più piccoli nei boschi fino ai microtorrenti collinari ed ai riali d’alta quota, tra malghe e pascoli. Possiamo incontrare sia la fario atlantica che l’autoctona e bellissima mediterranea.

Se sei interessato a una vacanza di pesca con Simone Beuzer clicca questo link

Poi ovviamente c’è l’ambita marmorata: salmonide a forte rischio estinzione, principalmente genetica, è fortemente tutelata in Trentino e coltivata in vari incubatoi, seminata e controllata dalle associazioni che svolgono un lavoro straordinario di gestione delle acque e del patrimonio autoctono. Può raggiungere grandi dimensioni ed ogni anno si ha notizie di catture notevoli, talvolta anche oltre i 10 kg. La troviamo nel fiume Adige e nei torrenti di grossa portata.

E ovviamente, c’è l’ibrido, il frutto dell’incontro tra fario e marmorata, che la mette a forte rischio estinzione a causa dell’inquinamento genetico. E’ infatti l’ibrido la specie predominante nelle acque da marmorata, la cattura più comune per il pescatore.

In alcune acque si incontrano anche trote iridee selvatiche, pesci meravigliosi seppur alloctoni e concorrenti delle specie autoctone, salmerini di fonte in alcuni ruscelli ed il bellissimo ed ambito temolo, che qui raggiunge taglie spesso oltre i 50 cm.

Trentino: la meta ideale per pescare
Trentino: la meta ideale per pescare

Pescare in Trentino:un mondo di acque. Salmonidi dei laghi

Anche nei laghi si possono pescare meravigliosi salmonidi. Nei mesi freddi la preda più ambita è senza dubbio la trota lacustre, specialmente a gennaio, una vera sfida. Poi un pesce che sta facendo registrare un vero boom di appassionati, il coregone! Lo si può pescare da riva e da barca, spesso con grosse taglie ( anche 50-60 cm ) da febbraio a maggio e talvolta oltre.

Misterioso e variopinto, il salmerino alpino, un salmonide unico dalla storia antichissima. Ci sono 2 ambienti in cui lo troviamo: alcuni laghi con grandi profondità in cui peschiamo dall’inverno alla primavera, e successivamente, con giugno, i meravigliosi laghetti d’alta quota oltre i 2000 m di altitudine, le vere perle della montagna.

Scopri tutte le nostre migliori proposte per i viaggi dedicati alla pesca in Italia! 

Altre specie, non solo trote! Lucci, persici, tinche e…

Nei laghi troviamo altri predatori come i lucci, qui presenti in quasi tutti i laghi, e i persici reali che in parecchi laghi raggiungono grosse taglie. Ideali per la pesca autunnale in ottobre e novembre, dalla riva e dalla barca.

Da non tralasciare poi i cavedani sempre abbondanti e spesso molto grossi, le bellissime tinche da insidiare a feeder, inglese e bolognese e le grosse anguille a fondo anche in notturna, le scardolone da un chilo e altro ancora.

La giornata di pesca in Trentino con la guida

La classica giornata di pesca alla trota si svolge all’incirca come segue:
Partenza al mattino, ritrovo in un luogo prestabilito, breve brieafing e via sullo spot di pesca. Dopo una mattinata sul corso d’acqua principale andremo insieme a pranzare al sacco in un area pic nic.

Al pomeriggio potremmo tentare un affluente o un tratto diverso del torrente principale, a seconda delle condizioni atmosferiche e dell’attività del pesce. Concluderemo a sera all’ora che preferite!

In estate si può fare la pesca in alta quota, ovvero una gita in montagna. Un esempio di giornata può essere: raggiungiamo un lago in montagna dove potremo pescare salmerini e fare pic nic per pranzo ( ideale anche per gruppi e famiglie! ) in seguito, in base all’itinerario, passeremo ad un secondo lago oppure nel rientrare faremo un po’ di lanci in un torrentello montano. Oppure ancora ci fermeremo sulla via del ritorno per il tramonto sul torrente a fondovalle, magari con cena in riva al fiume!

In autunno sui laghi: niente di meglio di una giornata di pesca dalla barca, con pausa pranzo a bordo o scendendo a terra, per insidiare lucci e persici reali. Oppure anche dalla riva, percorrendo sentieri intorno ai laghi e usufruendo di 2 spot, un lago al mattino ed uno al pomeriggio.

E in inverno? Vestitevi come se doveste andare a sciare, cammineremo e lanceremo le nostre esche al cospetto delle cime innevate, cercando la trota lacustre, il salmerino alpino o il coregone. Ci scalderemo un buon thè caldo e mangeremo assieme il pranzo per poi proseguire nell’avventura! Oppure saliremo in barca!

Le migliori stagioni per pescare in Trentino

Gennaio-febbraio: il top per la trota lacustre a inizio gennaio, febbraio mese ideale del coregone da riva, ma buono anche per il temolo, i salmerini alpini iniziano a farsi vedere talvolta già in gennaio, da riva e dalla barca.

Marzo-aprile-maggio: la primavera inizia a marzo con i coregoni da riva e da barca, seguono le prime trote a mosca, anche a mosca secca in alcuni torrenti di fondovalle, i salmerini alpini, i temoli prima e dopo la frega. In aprile anche lo spinning alla trota inizia a rendere bene, la mosca sempre ottima, bene i coregoni e i salmerini alpini ma anche altri pesci come le tinche e le anguille. A maggio a tutto questo si aggiunge il luccio.

Giugno si inizia a sentire il caldo e a muoversi più in quota o nelle ore più fresche. Piano piano ci si porta in montagna per la pesca in alta quota, è il miglior momento dell’anno per trote e salmerini nei laghetti over 2000 m.

Luglio-agosto sono i mesi più difficili, in particolare agosto. Pescatori ovunque, caldo, scarsità di acqua oppure disgelo. I laghi sono quasi totalmente inagibili, nei torrenti occorre trovare posti selvaggi per sfuggire alla massa. Con una guida e in montagna le soluzioni si trovano!

Settembre, un mese bellissimo per tante cose. Quasi tutte le pesche, ad eccezione di quelle tipiche dei mesi freddi, sono fattibili. Trote ovunque, temoli, persici reali, salmerini. Mese bellissimo sia in lago che nei torrenti.

Ottobre-novembre, il fascino dell’autunno in Trentino. Aria più fresca, i colori del foliage sulle montagne e le Dolomiti che si tingono in un cielo più terso, meno gente in giro e soprattutto… pesci in maggiore attività! Con l’arrivo dell’autunno si muovono bene persici reali e cavedani ed in seguito i lucci, particolarmente a novembre. A mosca si possono pescare in fiume stupendi temoli. Da provare!!

Scuola di pesca per bambini e principianti

Non tutti sanno che in Trentino non è più necessaria la licenza di pesca, è sufficiente acquistare un permesso giornaliero e via, a pesca! Forniremo tutto l’occorrente a noleggio, canne, attrezzature ed esche. Metteremo tutta la nostra esperienza al vostro servizio per farvi acchiappare i primi indimenticabili pesci. L’offerta non è rivolta solo ai bambini, tutti possono imparare a pescare! Padre e figlio? Oppure cognati? Provate!

Inoltre in molte acque i bambini fino ai 14 anni non devono pagare il permesso di pesca. Possiamo andare in appositi laghetti che utilizziamo come campi scuola oppure in lago naturale e, talvolta, anche muovere i primi passi in torrente.
Occhio alle ragazze che si dimostrano sempre le più toste!

Trentino: la meta ideale per pescare in Italia!

Altri viaggi che potrebbero interessarti

da € 53 - a persona a notte in mezza pensione

viaggi storia arte e cultura Marche

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 380 - Trasferimenti esclusi

da € 490 - a settimana a persona in Pensione Completa con bevande ai pasti

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 850

Articoli che potrebbero piacerti
Pescare in Trentino: la meta ideale per gli appassionati della pesca

Trentino: la meta ideale per pescare in Italia. Il Trentino, nel mondo della pesca, è spesso associato alle paradisiache acque da salmonidi, torrenti e laghetti alpini, scenari mozzafiato e, ovviamente, trote trote, trote… ed è verissimo, ma il Trentino offre anche altro! Trote in torrenti e fiumi, acque grandi e piccole fanno del Trentino la […]

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go Australia S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02116980422 R.E.A. AN 162472
Capitale Sociale € 30.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011