Umbria – Le terre sacre di San Francesco ed il Medioevo a portata di mano

Regione verde, cuore d’Italia, terra di San Francesco. Sono alcuni degli appellativi con cui è spesso definita l’Umbria, unica regione del centro Italia a non essere bagnata dal mare. Verde lo è senza dubbio, e del cuore non ha solo la posizione. Ci sono luoghi in Umbria che sanno emozionare in modo unico. Piccola regione, grandi emozioni.

  • Perugia:

dopo l’epoca di dominazione romana, ha il suo momento di maggior splendore fra l’XI e il XIII secolo: è in questo periodo che si costruiscono buona parte dei monumenti e degli edifici che la caratterizzano, come la Fontana Maggiore, il Palazzo dei Consoli e del Podestà e il Palazzo dei Priori. I principali itinerari di visita di Perugia riguardano il centro storico entro le mura etrusche, e i borghi settentrionali di porta S. Angelo, porta S. Antonio e Fonte Nuovo. Da non perdere anche la Galleria nazionale dell’Umbria, che conserva la maggiore raccolta di opere dell’arte umbra.

  • Gubbio:

chiamata “città grigia“ per il colore dei blocchi di calcare con cui è costruito questo splendido borgo. Gubbio è uno degli insediamenti umbri più antichi, feudo dei Montefeltro e dei Della Rovere nel periodo delle Signorie, nei secoli ha conservato gelosamente il suo aspetto medievale riflesso sia nella fisionomia degli edifici che nella struttura delle strade. La cittadina è formata da cinque vie parallele situate a diversi livelli e collegate tra loro da gradoni, vicoli e scale.

  • Cascata delle Marmore:

la sua bellezza ha colpito nel corso dei secoli poeti e scrittori, e continua ad affascinare ogni anno migliaia di turisti che decidono di visitarla. Considerata una delle più alte d’Europa: il dislivello complessivo tra la cima e la base è di 165 metri, suddiviso in tre salti che le donano lo spettacolare aspetto attuale. Il nome Marmore deriva dai peculiari sali di carbonato di calcio che si sedimentano sulle rocce della montagna, il cui riflesso della luce del sole li fa assomigliare a cristalli di marmo bianco.

  • Cascia:

situato sul colle di Sant’Agostino, centro religioso, legato alla devozione di Santa Rita, il borgo offre gioielli di grande interesse artistico come la monumentale chiesa di San Francesco. Oltre al lato spirituale, si possono apprezzare prodotti locali che fanno di Cascia una bandiera dell’arte culinaria, quali lo zafferano, il farro, i legumi, il tartufo, e la roveja, presidio slow food, nonché una raffinata lavorazione di carni e salumi.

Ma le meraviglie del “cuore verde d’Italia” non sono finite:

Assisi è una gran bella cosa, paese, città e santuario”, scriveva Giosuè Carducci. Paese, perché ha tutte le caratteristiche del borgo umbro. Città, perché Assisi ha svolto un ruolo fondamentale nella storia del mondo: da qui è partito San Francesco per cambiare la chiesa. Santuario, perché del passaggio di San Francesco e Santa Chiara restano chiese piccole e grandi, luoghi miracolosi, cripte che attirano ogni anno migliaia di fedeli. (clicca qui per scoprire uno splendido itinerario)

il fascino di Spoleto si coglie osservando il paesaggio in cui la città è immersa, gli edifici che testimoniano la sua storia ricca di avvenimenti e personaggi, il patrimonio artistico che essa custodisce. Spoleto conserva ancora oggi monumenti preziosi come la Rocca Albornoziana, il Ponte delle Torri e infine piazza del Duomo. Qui, una lunga e larga scalinata parte dal centro della piazza e si allunga in direzione opposta al Duomo. Girandosi si noterà la chiesa principale della città, che si potrà guardare anche dall’alto. Un vero e proprio spettacolo. (a questo link un modo fantastico per scoprire questo splendida città)

numerosi sono i resti di epoca romana quando Spello, o meglio Hispellum, era “splendidissima colonia Julia”, come recita un cartello posto sulla facciata del Portonaccio. Di questi secoli di splendore oggi ci restano le mura fortificate romane meglio conservate d’Italia, 3 magnifiche porte di ingresso al borgo e il fitto reticolo di stradine che da maggio a luglio diventano palcoscenico fiorito e raggiungono il culmine con l’Infiorata. (clicca qui per vedere la nostra programmazione)

la Scarzuola, grande opera globale sempre aperta, mai finita, in cui elementi del passato si sovrappongono a quelli del presente e del futuro. Deve il suo nome ad una capanna di scarza (paglia) che, secondo la tradizione, San Francesco costruì durante una delle sue peregrinazioni. Lungo il percorso si incontrano edifici dal forte valore simbolico: la torre di Babele, la scala Musicale delle Sette Ottave e la scala di Giobbe.

Potete ammirare le meraviglie appena descritte, nella nostra programmazione GO IN ITALY – clicca qui per scoprirla.

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 6 giorni / 5 notti

da € 920

Durata: 4 giorni / 3 notti

da € 520

noleggio yacht

Su richiesta

Articoli che potrebbero piacerti

Regione verde, cuore d’Italia, terra di San Francesco. Sono alcuni degli appellativi con cui è spesso definita l’Umbria, unica regione del centro Italia a non essere bagnata dal mare. Verde lo è senza dubbio, e del cuore non ha solo la posizione. Ci sono luoghi in Umbria che sanno emozionare in modo unico. Piccola regione, […]

È ormai risaputo che il nostro splendido Paese possiede perle di rara bellezza disseminate ovunque: una di queste è il Friuli Venezia Giulia, una terra ricca di natura, mare e città. Inoltre, tra tutte le regioni italiane questa è sempre stata una “terra di passaggio“, oggetto di migrazioni e conflitti. Questo ha fatto sì che le […]

I nostri Tour Operator al tuo servizio per la tua esperienza di viaggio senza confini. Clicca e parti.

I nostri cluster: realizza il sogno di un viaggio per le tue esigenze e passioni. Clicca e parti.

Semplifichiamo la pianificazione e la realizzazione di un viaggio di lavoro o per affari. Clicca e parti.

Per il mondo delle agenzie di viaggio. Clicca e fai business con Go World.

Per chi ama i social media. Clicca e sogna il tuo prossimo viaggio.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Go World S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02763050420 R.E.A. AN 213201
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
ASTOI Fondo di Garanzia ASTOI